Acquista il codice seriale di Fallout 76

Presentato dal colosso Bethesda in occasione dell’E3 2018, Fallout 76 è il capitolo che segue Fallout 4 nell’omonima saga. Gli eventi, tuttavia, sono cronologicamente collocati all’origine della storia, ovvero subito dopo l’esplosione nucleare che ha messo in ginocchio l’economia e la società dell’intero pianeta Terra. Per la prima volta in Fallout è stata inserita una vera e propria modalità multiplayer, in cui fino a quattro giocatori possono collaborare per raggiungere gli stessi obiettivi o competere in modalità apposite. Come già visto nei precedenti capitoli, la mappa è molto vasta (caratteristica tipica dei giochi di genere open world). In essa sono ben distribuiti edifici da esplorare, città dalle quali ottenere “quest” e numerosissimi NPC (personaggi non giocabili, con cui si può interagire nel corso del gameplay) sia amici, sia nemici.

Meccaniche di gioco e inventario

Se da una parte la modalità multiplayer ha fatto sperare (o temere) in un cambiamento radicale delle meccaniche, dall’altra ci si è subito accorti di come gli sviluppatori abbiano mantenuto un buon equilibrio tra innovazione e riutilizzo degli schemi più apprezzati. Il sistema di interazione e l’impiego delle armi restano quindi praticamente invariati; le novità più consistenti si trovano nelle ambientazioni, molto più curate e con una vegetazione decisamente più rigogliosa. È stato riconfermato l’ormai celebre Pip-Boy, il dispositivo personale di monitoraggio e gestione che gli abitanti di ogni “Vault” portano al polso.

Anche in Fallout 76 si hanno dei nemici molto più forti man mano che si procede nella trama, tutti colpiti dalle radiazioni e per questo “mutati” in varie forme. I nuovi oggetti inseriti sono tanti, ma non cambiano i parametri da cui ciascuno è caratterizzato, per esempio il peso, il costo (per l’acquisto o la vendita) e gli effetti sulla salute.

Requisiti hardware per le versioni PC

Come avviene per la maggior parte dei cosiddetti giochi “Tripla A”, Fallout 76 è stato sviluppato tenendo conto delle potenzialità hardware moderne. Questo non significa che il titolo non possa essere giocato sulle configurazioni datate, ma sarà necessario regolare le impostazioni video sulla base dei componenti chiave, come CPU, GPU e memoria RAM.